Protezioni dita della Planet® – Un «Planet» sicuro

Da oltre 70 anni la «Planet» fornisce soluzioni affidabili, creative in modo che qualsiasi tipo di porta venga equipaggiata con elementi contro luce, rumore e correnti d‘aria. L’ultima innovazione si presenta con misure preventive di protezione: «Planet protezione dita®», questa protegge le dita contro involuti accidenti e rispettive lesioni.

Tutto ha avuto inizio in una falegnameria di Zurigo. Qui ebbe inizio il primo Planet, ossia il profilo ad abbassamento per porta. Nel 1945 venne depositato il primo brevetto. L’effetto non si lascia aspettare a lungo: con alcuni ritocchi e progressi il falegname intraprendente ha conquistato una nicchia importante sul mercato. Negli anni ’70 la produzione delle soglie automatiche Planet è andata a termine e nel 1998 adottata dagli imprenditori René Gyger ed Andreas Dintheer.

A causa di questo passaggio, la Planet GDZ AG ha fatto sede nel zurighese Tagelswangen. Da allora l’azienda innovativa si conferma e scrive storia con grande successo. Volevano solo contribuire ad una costruzione sostenibile e hanno dato un grande valore al mercato in Svizzera. Quindi è diventato loro importante, che tutti i prodotti vengano al 100% sviluppati e prodotti in Svizzera. Questa strategia è stata sostenuta nel 2008 con la edificazione di un nuovo impianto produttivo nello stabile in Tagelswangen.
 
Grazie al personale ben qualificato e praticamente orientato, l’azienda ha una grande vicinanza al mercato. Questa posizione viene utilizzata per verificare ed identificare nuove soluzioni di soglie automatiche, in modo che vengano percettate e messe in produzione. Tra i nuovi prodotti sviluppati fanno parte «Planet MinE» per porte con richiesta di MINERGIE oppure prodotti «Planet TW» e «Planet US» – Il profilo più stretto del mondo di soli 8 mm. E con una selezione completa di «Planet protezione dita®», l’azienda si espone ad un nuovo segmento di mercato con un grande potenziale in Svizzera.
 
Cosa è esattamente il Planet protezione dita®? In breve: È una nuova linea di prodotti con tela protettiva e profili di copertura per proteggere le dita da incindenti dolorosi di schiacciamento. Soprattutto i bambini corrono certi rischi – hanno la testa da un’altra parte. Infatti così succedono ripetutamente incidenti su porte non previste di protezione.
 
In Germania, questa misura preventiva è già obbligatoria su tutte le strutture di assistenza per i bambini. Anche il Consiglio federale svizzero addetto alla prevenzione degli infortuni (upi) vede questi punti di pericolo sulle porte. La upi documenta, che lo spazio aperto tra porta e montante è pericoloso per i bambini. Pertanto, questi punti debbono essere presi in considerazione specialmente nelle scuole materne, asili nido ed edifici scolastici della primaria.
 
Naturalmente si possono eliminare, a bassi costi anche i spazi aperti su porte in edifici pubblici come alberghi, ospedali, cliniche, uffici o spazio formativo svizzero. Infine, questi punti tanto pericolosi si possono eliminare anche in case private.
 
La Planet protezione dita® è una soluzione ideale, per tutti i tipi di materiali di porte e stile di porta. Grazie al sistema di montaggio semplice, rapido brevettato può essere installato a basso prezzo e senza sforzo. In altre parole, un piccolo sforzo, grande alta protezione delle dita. Non importa quale tipo di porta sia azionata manualmente, a battuta oppure a filo ed anche per porte spezzafuoco e vie di fuga – i prodotti sono testati di qualità per tutte le porte e sistemi di chiusura di porte.
 
story0316-1860x1110-1.jpg

Protezione dita aperto

story0316-1860x1110-2.jpg

Protezione dita arrotolato

story0316-1860x1110-3.jpg

Profilo di copertura sul lato delle cerniere

story0316-1860x1110-4.jpg

L’azienda è gestita da due proprietari René Gyger (a sinistra) ed Andreas Dintheer (a destra).

story0316-1860x1110-5.jpg

Nel 2008, in Tagelswangen, è stata avviato il nuovo impianto di produzione.

Avete delle domande? I nostri professionisti del servizio interno ed esterno sono a vostra disposizione. Contattateci.