Aprire le porte – senza chiave

19.08.2019

La digitalizzazione acquista sempre più importanza nel settore immobiliare. Smart Homes, Internet of Things e gestione degli accessi esenti di chiavi sono solo alcuni dei temi della trasformazione digitale nel settore dell’edilizia. Ma il potenziale non è per niente esaurito. Soprattutto per quanto riguarda l’efficienza dei processi amministrativi, la sicurezza degli edifici ed il conforto abitativo, rimane ancora un ampio margine di miglioramento. KIWI offre una soluzione convincente: un sistema di chiusura elettronica, il quale può essere utilizzato in modo flessibile, offrendo ampie opzioni di gestione per tutti i settori e utenti.

Il futuro della chiave è ... nessuna chiave. Almeno per gli usi volatili delle camere in affitto. Il motivo: chiavi fisiche hanno diversi svantaggi. Possono essere perse, costano nell’acquisto, immagazzinarle e richiedono una gestione delle chiavi, la quale richiede molto tempo (p. e. amministrazione e consegna). 

L’azienda berlinese PropTech KIWI risolve con esattezza questo problema. Il principio è molto semplice: porte adeguatamente equipaggiate, basate sulla tecnologia RFID, possono essere aperte rapidamente, senza contatto e senza chiave tramite smartphone, app o transponder. Questo presenta numerosi vantaggi rispetto ai sistemi di chiusura tradizionali. In caso di perdita, il trasponder può essere bloccato in tempo reale (e riattivarlo se necessita). Ma non è tutto. Il chiaro portale KIWI permette di gestire online le porte residenziali in modo intelligente. Questo significa che, non necessitano lunghi trasferimenti di chiavi. Agli ospiti e agli artigiani possono essere concessi diritti d’accesso temporaneo, i quali scadono automaticamente. Agli amministratori di casa vengono risparmiati viaggi inutili e viene eliminata la preoccupazione di avere la chiave giusta nel posto giusto, al momento giusto. La gestione intelligente degli accessi può essere vantaggiosa per diversi settori con un’ampia varietà di applicazioni, cooperative o aziende. 

La comunicazione cifrata tra il trasponder KIWI e il sensore porta è stata sviluppata in collaborazione di esperti di sicurezza riconosciuti in tutto il mondo. KIWI porta il marchio di qualità «IT Security Made in Germany» e il sigillo TÜV per i sensori delle porte. La complessa tecnologia di crittografia è in attesa di brevetto. Tutti i dati sono memorizzati su server sicuri. Infine, l’autentificazione a due fattori garantisce un accesso sicuro al portale KIWI. Anche in caso di caduta di corrente o di malfunzionamento del sistema, i pomelli elettronici della porta possono essere attivati in qualsiasi momento grazie ad una scheda di apertura di emergenza. Dalla parte interna, la porta si lascia azionare meccanicamente. 

La KOCH, partner del sistema, fornisce accessi digitali per soluzioni di ristrutturazione in edifici esistenti o come soluzione completa per nuovi edifici e ristrutturazione di base. Per nuove costruzioni i SmartDOORS, sviluppati dalla KIWI in collaborazione del Gruppo Svizzero  Arbonia, e messi in funzione dalla KOCH. L’accesso digitale della porta KIWI è già completamente integrato su porte d’alta qualità. Per ristrutturazione utilizziamo il trasponder KIWI insieme alla collaudata tecnica di chiusura per la trasformazione delle porte. 

Conclusione: il sistema di chiusura elettronica KIWI può essere impiegato in modo flessibile e offre la massima comodità e sicurezza nella apertura e gestione di chiavi. Il sistema dimostra in modo impressionante che l’innovazione digitale nel settore immobiliare inizia dalla porta d’ingresso. Con KIWI, i gestori immobiliari aggiornano i loro immobili ed in primo luogo imputano i costi operativi, dando un alto ammodernamento. Non importa si tratti di amministrazioni, rivenditori specializzati, residenti, dipendenti o fornitori di servizi – la KOCH ha la giusta soluzione per ogni richiesta. 

Informazioni su KIWI

La KIWI.KI GmbH è un’azienda berlinese PropTech, fondata ne febbraio 2012. Il termine Property Technology – in breve PropTech – sta per moderni sviluppi tecnologici nel settore immobiliare. KIWI offre un sistema d’accesso senza chiave. Oltre 84 000 unità abitative sono già collegate all’infrastruttura KIWI e oltre 570 società immobiliari sono tra i clienti della KIWI. Nel primo progetto pilota in Svizzera, è stato potenziato un edificio per uffici nel rinomato fornitore di servizi immobiliari Wincasa,la quale appartiene alla più grande società immobiliare Swiss Prime Site. 

 In sintesi i vantaggi più importanti della KIWI:

  • Il contratto gestionale viene sviluppato direttamente tra l’amministratore immobiliare e KIWI
  • Operazione della piattaforma 24 h tramite KIWI
  • Maggiore flessibilità: controllo online in tempo reale, chi è autorizzato ad aprire, chiudere e quando la porta
  • Più possibilità: porte aperte con chip, app o classico con chiave in metallo
  • Maggiore sicurezza: tutti i dati sono protetti su server criptati
  • Più efficienza: documentazione senza carta grazie alla gestione digitale
  • Bassi costi: riduzione die costi e del tempo dedicato alla gestione delle chiavi
KIWI-Schlüsselfiguren.jpg

Figure chiave: Karsten Nölling e Hannah Nöthig della KIWI

KIWI-Online-plattform.jpg

KIWI risolve il problema chiave nel settore dell’edilizia abitativa con un sistema intelligente e ben pensato.

Avete delle domande? I nostri professionisti del servizio interno ed esterno sono a vostra disposizione. Contattateci.